Come divertirsi durante gli esercizi

Divertirsi durante gli esercizi.

Suona bene, vero? Ti racconto una breve storia.

Qualche anno fa, chiacchierando con un mio amico batterista, gli ho chiesto “Come ti stai esercitando, in questo momento, sulla batteria?
E lui:” Beh, prima di tutto, non sto suonando la batteria; sto solamente usando il mio pad per la pratica, bacchette, un metronomo e tanto lavoro sulla velocità ed il controllo delle bacchette.”pad esercizi batteria

Suona noioso. Ho pensato.

Abbiamo parlato a lungo degli esercizi che stavamo eseguendo in quel momento, e sai cosa ho capito? Che non c’è una vera regola nel percorso di crescita musicale, tutto dipende dai propri tempi, il personale modo di apprendere, suonare, il modo con cui stai affrontando il tuo viaggio musicale e soprattutto il “come ti diverti” mentre lo fai.

Ti stai divertendo durante la pratica sul pianoforte?

Passare anni ed anni a suonare non serve solo a scoprire quali sono gli esercizi più giusti per migliorare il nostro modo di suonare, ma e soprattutto ad imparare a godere e divertirsi sempre più nel suonare, a maggior ragione durante la pratica.

Oggi, dopo quasi 30 anni a suonare il pianoforte posso dire che mi piace molto imparare cose sempre più tecniche e complesse. Mi capita di suonare la stessa frase musicale per ore o leggere lo stesso esercizio lento e noioso per 40 minuti e ancora goderne, ma solo perché è quello che voglio imparare in questo momento, mentre 30 anni fa volevo solo imparare a suonare le canzoni che mi piacevano.

Ma gli esercizi sono divertenti per un principiante? Per qualcuno che sta solo iniziando a suonare il pianoforte come un hobby?

Posso davvero capire perché alcune persone non riescono a passare la fase di principianti; forse sono incappati in un insegnante (ne conosco tanti) che sta solo insegnando roba noiosa all’inizio e facendo loro ripetere gli stessi esercizi più e più volte.

Non fraintendermi, non sto dicendo che è sbagliato, quello che sto dicendo è che non si può prescindere dal divertimento, quando c’è da imparare anche cose più tecniche.52-tastiera-keyboard-rock

Mettiamola in questo modo: se ci si esercita su qualcosa di noioso, il tuo modo di suonare risulterà noioso e, naturalmente, ripetitivo.

Cosa si può fare per divertirsi? Credo che la libertà sia un termine importante da tenere a mente.

Suona quello che vuoi suonare! Impara quello che vuoi imparare!

Se si suona ciò che si vuole veramente a suonare, lo si fa più spesso e più a lungo.

E suonare più ore e più spesso, ti farà un pianista migliore…si tratta di un ciclo, ma un ciclo bello e divertente, che porterà effettivamente buoni risultati sul tuo pianoforte.

Suonando quello che si vuole suonare, si finirà per imparare, inconsapevolmente, un sacco di esercizi tecnici e vederne già le applicazioni pratiche. Forse hai sentito una canzone alla radio questa mattina, ti è piaciuto quello che hai sentito, vai su Corsopianoforte ed impara a suonartela in tutto divertimento ! … o forse ti ha colpito un complesso piano solo, ed allora trascorri ore a suonare il tuo pianoforte cercando di imparare quella parte. Il tuo orecchio sarà il tuo alleato prezioso (te lo spiego nel corso completo).

Quello che sto cercando di dire è che, al fine di imparare a suonare il pianoforte, o qualsiasi altro strumento, c’è un percorso da seguire, ci sono argomenti che ti aiutano per certe cose, ma non credo che ci sia necessariamente un particolare ordine di apprendimento. Penso che si può procedere con qualsiasi cosa tu voglia imparare o trovare all’inizio – ovviamente, si ha bisogno di una guida di argomenti su cui lavorare, e qui il mio consiglio è di iniziare il corso Pianoforte a Orecchio e testarne le poche e semplici, oltre che divertenti regole ed esercizi.

Quello che stai cercando di realizzare è imparare a suonare il pianoforte e non importa come lo fai, ciò che conta è che effettivamente impari a suonare!

Quindi, se ti affascina la tecnica ed i complessi esercizi, le scale, fiondati sulle migliaia di spartiti e metodi a disposizione. Se ti piacciono le canzoni, impara a trovarne tonalità e accordi e suonateli più e più volte.

La parola d’ordine è LIBERTA’

Quello che mi raccomando di mantenere come atteggiamento, in qualsiasi modo tu ti eserciti, è il riscaldamento.

Nessun mezzo atleta decente scenderebbe in pista senza una prima fase di riscaldamento. Lo stesso vale per noi musicisti.

Spero di aver reso l’idea!

 

 

Un caro saluto a te.

Domenico D’Erasmo.

Fammi vedere che sei vivo!
Dimmi che ne pensi e apriamo il discorso anche con gli amici di facebook.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + 19 =